Digitalizzazione dei referti diagnostici

L’intervento riguarda la digitalizzazione dell’intero flusso documentale dei referti dei dipartimenti diagnostici delle dodici Aziende Sanitarie Locali (progetto “Lazio Escape”, nato come riuso della soluzione presente sul catalogo dell’Agenzia per l'Italia Digitale, sviluppata dalla  ULSS 9 di Treviso-Regione Veneto) e delle otto Aziende Ospedaliere del Lazio (progetto “Sanità vicina”).

  • Destinatari

    L’intervento si rivolge a:

    • Aziende Sanitarie Locali del Lazio,
    • Aziende Ospedaliere del Lazio,
    • Cittadini.
  • Obiettivi

    L’intervento mira a digitalizzare l'intero flusso documentale dei referti di laboratorio d’analisi (firma digitale, distribuzione, archiviazione e conservazione a norma), che costituiscono la maggioranza dei referti prodotti dalle strutture sanitarie, sia all’interno delle strutture (referti interni) sia verso i cittadini (referti esterni), garantendo la loro validità legale ai sensi della normativa vigente e rispondendo anche al requisito di fornire maggiore sicurezza e tutela della privacy all'utente.

  • Descrizione

    Con la digitalizzazione dei referti si offre un servizio:

    • sempre disponibile, in ogni momento della giornata e in ogni giorno della settimana, da qualunque dispositivo connesso a Internet;
    • sicuro, perché il documento ottenuto digitalmente è integro, non deteriorabile, prodotto e protetto secondo le normative vigenti, comprese quelle inerenti alla protezione dei dati personali;
    • eco-friendly, che rispetta l'ambiente, riducendo la carta stampata e gli spostamenti dei cittadini;
    • smart, perché riduce le code e i tempi di attesa agli sportelli ASL.

    I cittadini possono scaricare i propri referti sul portale della sanità regionale (https://salutelazio.it/).

    Il servizio di ritiro dei referti di laboratorio di analisi è attivo in tutte le Aziende Sanitarie, Aziende Ospedaliere, Policlinici Universitari e IRCSS della Regione. Finora sono stati scaricati oltre un milione di referti.

    Il servizio consente inoltre l’inserimento automatico dei referti di laboratorio nel Fascicolo Sanitario Elettronico.

    Dal 1 marzo 2017 è possibile inoltre ritirare online i referti radiologici per: ASL RM1, RM2 e RM3, INMI Spallanzani e ASL Frosinone. Si prevede di estendere il servizio relativo alla diagnostica per immagini a tutte le strutture del territorio regionale.

  • Fonti di finanziamento
    BILANCIO REGIONALE, POR FESR 2007-2013, FONDI NAZIONALI
  • Stato di realizzazione
    Realizzato