Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)

Il Fascicolo Sanitario Elettronico (nell’ambito del progetto denominato “Sanità Vicina”) ha lo scopo di raccogliere e conservare i dati e i documenti in formato digitale di tipo sanitario e sociosanitario relativi agli eventi clinici di ciascun assistito.

Il Decreto Legge n. 179/2012 ad opera della L. n.98/2013 prescrive l’introduzione del Fascicolo Sanitario Elettronico in tutte le Regioni entro il 30 giugno 2015.

  • Destinatari

    L’intervento riguarda:

    • cittadini della regione Lazio;
    • medici di base;
    • medici specialistici;
    • ASL, Aziende Ospedaliere, Pronto Soccorso.
  • Obiettivi

    Il Fascicolo Sanitario Elettronico rappresenta una delle sfide più rilevanti e complesse della transizione al digitale del Paese e può essere considerato uno degli indicatori principali del livello di digitalizzazione, sia in termini di sviluppo tecnologico, sia di offerta di servizi innovativi ai cittadini e agli operatori del settore sanitario.

  • Descrizione

    Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Lazio è un sistema digitale atto a rendere disponibili e reperibili le informazioni sanitarie e cliniche generate durante i processi di prevenzione, diagnosi e cura delle persone.

    In quanto sistema di “secondo livello” rispetto ai processi di prevenzione, diagnosi e cura, il Fascicolo Sanitario Elettronico cataloga le informazioni provenienti da un sistema informatico sanitario locale, rendendole poi disponibili, oltre che al cittadino, anche agli altri sistemi informatici sanitari opportunamente autorizzati.

    In quest’ottica, il Fascicolo Sanitario Elettronico rappresenta un insieme di repository, il punto di raccolta di tutte le informazioni sanitarie e cliniche di una persona. Il Fascicolo consente di visualizzare:

    • dati identificativi e amministrativi dell’assistito;
    • referti di laboratorio analisi;
    • verbali di pronto soccorso;
    • lettere di dimissione ospedaliera;
    • profilo sanitario sintetico (patient summary) compilato e aggiornato dal medico generico o dal pediatra di libera scelta;
    • dossier farmaceutico;
    • consenso o diniego alla donazione degli organi e tessuti.

    Il sistema sarà in grado di archiviare i seguenti dati:

    • prescrizioni (specialistiche, farmaceutiche, ricoveri, ecc.);
    • prenotazioni (specialistiche, di ricovero, ecc.);
    • schede di dimissione ospedaliera (cartelle cliniche);
    • bilanci di salute;
    • assistenza domiciliare: scheda, programma e cartella clinico-assistenziale;
    • piani diagnostico-terapeutici;
    • assistenza residenziale e semiresidenziale: scheda multidimensionale di valutazione;
    • erogazione farmaci;
    • vaccinazioni;
    • prestazioni di assistenza specialistica;
    • prestazioni di emergenza urgenza (118 e pronto soccorso);
    • prestazioni di assistenza ospedaliera in regime di ricovero;
    • certificati medici;
    • relazioni relative alle prestazioni erogate dal servizio di continuità assistenziale;
    • autocertificazioni;
    • partecipazione a sperimentazioni cliniche;
    • esenzioni;
    • prestazioni di assistenza protesica;
    • dati a supporto delle attività di telemonitoraggio;
    • dati a supporto delle attività di gestione integrata dei percorsi diagnostico-terapeutici ed altri referti.

    Inoltre il sistema consentirà all’assistito di poter inserire dati e documenti personali relativi ai propri percorsi di cura attraverso l’interfaccia di accesso, anche effettuati presso strutture al di fuori del servizio sanitario nazionale.

    fse

  • Fonti di finanziamento
    BILANCIO REGIONALE, POR FESR 2007-2013
  • Stato di realizzazione
    In corso di realizzazione